Regione Calabria - Piano di Miglioramento

Lo stato dell’arte all’inizio del percorso
La Legge Regionale n. 3 del 03 febbraio 2012 delinea il quadro di riferimento dell’Ente in applicazione delle norme fissate dal D.Lgs. 150/2009.
La stessa L.R. 3/2012 ha demandato ad un futuro regolamento la definizione del Sistema di Misurazione e Valutazione della Perfomance (SMIVAP) Organizzativa ed Individuale.
La Regione Calabria, prima della c.d. riforma Brunetta, era dotata di un sistema di controllo interno di gestione che contemplava sia il livello strategico che quello gestionale. In particolare, il controllo di gestione era affidato al Dipartimento Bilancio mentre il controllo strategico era assegnato all’Unità organizzativa autonoma "Coordinamento delle Direzioni Generali e Controlli Interni". In questo quadro, il controllo di gestione evidenziava alcune criticità connesse all’attendibilità delle fonti utilizzate per la consuntivazione degli indicatori ed alla definizione degli obiettivi e degli stessi indicatori.
La Regione ha, comunque, avviato il ciclo di gestione della performance sin dal 2011 con la predisposizione del Piano delle Perfomance 2011-2013 e successivamente del Piano 2012-2015.
L’attività richiesta, nell’ambito del Piano di miglioramento, è stata indirizzata principalmente alla costruzione di un percorso di supporto e di assistenza al Dipartimento Controlli della Regione per la definizione del Regolamento sul Sistema di Misurazione e Valutazione della Perfomance Organizzativa ed Individuale al fine di definire il perimetro regolamentare, i cui confini normativi sono definiti dalla L.R. 3/2012 (successivamente modificata dalla L.R. 3/2014).
 
Obiettivi e azioni del piano di miglioramento 
Nel febbraio 2013 ha avuto inizio il percorso di miglioramento attraverso una prima fase di ricognizione documentale rappresentativa della situazione esistente e la definizione dell’analisi swot con la rappresentazione analitica dei punti di forza e di debolezza. Le attività iniziali sono confluite nella rappresentazione del diagramma radar che individua, nell’ambito del percorso di miglioramento, le dimensioni entro le quali focalizzare le stesse azioni di miglioramento.
In dettaglio il progresso maggiore è stato ipotizzato nelle dimensioni:
·      cultura, gestione della performance e trasparenza;
·      completezza/qualità del SMIVAP (performance organizzativa);
·      completezza/qualità del SMIVAP (performance individuale).
Nell’ambito delle azioni di miglioramento sono stati, inoltre, fissati alcuni obiettivi i cui risultati attesi risultano maggiormente significativi:

  • la costruzione del Regolamento per la misurazione e valutazione della perfomance in linea con il D.lgs. 150/2009, le indicazioni metodologiche della CIVIT e la L.R. 3/2012;
  • la strutturazione del SMIVAP organizzativa ed individuale in perfetta armonia con quanto disciplinato dall’art.7 del D.Lgs 150/2009;
  • l'incidenza della perfomance generale di ente sulle perfomance individuali dei dirigenti e del personale del comparto;
  • la diffusione della cultura della valutazione della perfomance quale leva manageriale utile ed indispensabile per il cambiamento dell’organizzazione.

Le difficoltà incontrate sono principalmente riconducibili alla complessità dell’Ente Regione. Si è partiti dall’analisi di una prima bozza regolamentare che è stata di volta in volta implementata, attraverso anche la realizzazione di laboratori, sino ad arrivare alla redazione della versione definitiva del Regolamento nel mese di luglio 2013.
Nel secondo semestre sono stati svolti altri 3 laboratori con il coinvolgimento dell’OIV e dei dirigenti del Dipartimento Controlli. Inoltre, è stata supportata la fase di condivisione del Regolamento con le rappresentanze sindacali.
Infine, la nuova L.R. 3/2014 ha delimitato il perimetro normativo entro il quale adottare il Regolamento, approvato definitivamente con la Delibera di Giunta n. 22 del 30/01/2014.
 
Risultati
L’approvazione del Regolamento da parte della Giunta Regionale costituisce uno dei principali risultati attesi e raggiunti dal Piano di miglioramento e l’atto conclusivo di un lungo e complesso percorso.
Inoltre, si è provveduto alla realizzazione di attività di assistenza tese alla diffusione del Regolamento e del SMIVAP, anche attraverso la redazione di documenti e l’organizzazione di  seminari informativi rivolti ai dirigenti ed ai controller centrali e dipartimentali.
 
 
Responsabile:
Sarlo  Alessandra
Telefono: 0961 858035
E-mail: alessandra.sarlo@regcal.it
Ruolo: Dirigente Generale Dipartimento Controlli
 

Contatti
Referente: 
Grasso Giovanna Melania
email: 
g.grasso@regcal.it
Telefono: 
0961 858034
Regione: 
Calabria
Argomento: 
AllegatoDimensione
Progetto di miglioramento1.28 MB
Diagramma Radar70 KB