Linee guida per la definizione degli standard di qualità - Delibera CIVIT n. 88/2010

La Delibera n. 88/2010 contiene “Linee guida per la definizione degli standard di qualità".

La Commissione Indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità della Pubblica Amministrazione (CIVIT) ha adottato il 24 giugno due importanti deliberazioni, che tracciano le linee guida per le Pubbliche Amministrazioni verso l’adeguamento ai principi contenuti nel D.Lgs. 198/2009 e nel D.Lgs. 150/2009 in materia di definizione degli standard di qualità dei servizi pubblici e di misurazione e valutazione della performance. Tali provvedimenti costituiscono linee guida per l’adeguamento degli ordinamenti di Regioni ed Enti Locali da realizzarsi entro il 31 dicembre 2010.

In particolare, la Delibera n. 88/2010 contiene “Linee guida per la definizione degli standard di qualità".

Il primo passaggio consiste nel definire le dimensioni rilevanti per rappresentare la qualità effettiva dei servizi. Vengono individuati quattro parametri, il cui peso specifico deve essere valutato in relazione alla tipologia del servizio erogato:

  1. Accessibilità
  2. Tempestività
  3. Trasparenza
  4. Efficacia

La successiva azione consiste nell’elaborazione degli indicatori per la misurazione del livello di qualità dei servizi erogati, tenendo conto di sei requisiti che gli indicatori sulla qualità dei servizi devono soddisfare:

  1. Rilevanza
  2. Accuratezza
  3. Temporalità
  4. Fruibilità
  5. Interpretabilità
  6. Coerenza.

Il passaggio successivo consiste nella definizione degli standard di qualità del servizio erogato, ossia il livello di qualità che l’amministrazione si impegna a mantenere. Gli standard di qualità devono essere definiti per ogni indicatore selezionato al fine di rappresentare e misurare le dimensioni della qualità effettiva.

Gli standard della qualità dei servizi devono essere agevolmente accessibili agli utenti. In tal senso le amministrazioni, dovranno pubblicare i dati sul sito istituzionale, nonché attivare tutte le altre azioni idonee a garantire la trasparenza.